giovedì 12 aprile 2012

Triangoli valtellinesi


Una pasta antica e tradizionale, quindi facile e veloce da preparare anche quando c'è poco tempo a disposizione. Il grano saraceno le conferisce quel sapore assolutamente caratteristico, oltre che un alto valore nutritivo e una buona digeribilità. Per 4 persone occorrono:
  • 300 gr di farina bianca
  • 100 gr di farina di grano saraceno
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale e acqua q.b.
Si prepara la sfoglia velocemente, si stende sottile col mattarello, si divide in striscie di 9-10 cm e da queste si ritagliano tanti triangoli. Cuociono in acqua bollente salata in 6-7 minuti circa, a seconda dello spessore. La tradizione li vuole conditi con il bitto, ma spadellati con burro (o olio evo), salvia e grana sono comunque buonissimi.

5 commenti:

  1. Bella questa ricetta, ma lo sai che la farina di grano saraceno non so dove trovarla? Cos'è il bitto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la compro al biologico, ma l'ho vista anche alla conad. Non è molto economica, anzi, ma per 100 gr a ricetta si può chiudere un occhio... Il bitto è uno dei 2 formaggi tipici della Valtellina, l'altro è il Valtellina Casera. E' un formaggio d'alpeggio, di origini antiche, sembra adirittura che il nome derivi dal celtico "bitu" cioè perenne
      ....Finito l'angolo della saputella... Giuro!

      Elimina
    2. Ahahah!!! Grazie per le informazioni, mi piace saperne un po' di più... da noi la Conad è quasi impossibile da trovare, comunque darò un'occhiata nei supermercati meglio forniti (e meno economici....)!

      Elimina
  2. Oggi avevo intravisto l'anteprima del post,ma non avevo tempo di leggerlo;poi sono andata a fare la spesa e ho comprato la farina di grano saraceno(negozio bio,anch'io),sulla fiducia!Appena riesco la faccio!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Spero ti piacciano! Fammi sapere! Ciao Nicky!!!

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!