venerdì 18 gennaio 2013

Crema all'arancia senza latte, farina e uova, per tutte le intolleranze!!


E buona!!! Il costo? Irrisorio e la difficoltà minima!! Al posto della farina solo fecola di patate, ma la prima va comunque benissimo. E' perfetta con dei biscottini non troppo dolci, con le chiacchiere di Carnevale, sul pane, per una crostata o per farcire, per esempio, la torta all'arancia senza lattosio dei giorni scorsi (magari riducendo un poco la quantità di zucchero nell'impasto). Considerate solo che questa dose è piuttosto scarsa, va bene per due persone e giusto per farcire una torta con uno strato sottile. E' molto simile a una marmellata, quindi perfetta per le crostate, solo bisogna raddoppiare le dosi in questo caso.
Ah, la mia è un po' scura perché ho utilizzato dello zucchero di canna grezzo, non integrale, ma va bene quello che c'è in casa. Noi l'abbiamo spalmata su delle belle fette di pane fatto in casa e cosparsa di noci tritate: ci è sembrato un abbinamento squisito!
  • 120 gr di zucchero
  • 100 gr di acqua
  • 1 arancia bio grande
  • 2 cucchiaini colmi di fecola di patate
Per prima cosa si pongono in un pentolino acqua e zucchero a fiamma dolce per fare uno sciroppo. Meglio mescolare ogni tanto. Quando tutto lo zucchero sarà sciolto si aggiunge la scorza dell'arancia (solo la parte arancione, non la bianca) e si lascia raffreddare a temperatura ambiente, in modo che la scorza ceda il suo profumo. Quando il tutto sarà ben freddo si aggiungono 4 cucchiai di succo dell'arancia, si rimette sul fuoco e si aggiunge la fecola, un po' alla volta, avendo l'accortezza di passarla attraverso un colino e girando con una frusta per evitare grumi. Si prosegue la cottura sempre a fiamma dolce fino alla consistenza desiderata.

Non preoccupatevi di quanto deve pesare un cucchiaio di succo, né di misurare perfettamente la fecola. Si è addensata troppo la salsa? Niente paura, basta aggiungere poco succo, viceversa si può unire ancora fecola! Viene sempre bene!

Carina vero?!

14 commenti:

  1. Interessante!
    Me la segno anche perché ho un'amica intollerante al lattosio e quando viene non so mai cosa offrirle!
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti sia utile Anna. devo dire che tra le preparazioni senza lattosio questa è proprio carina, e tra le preferite in casa ci sono anche la torta all'arancia e quella di nocciole, qui a fianco. A presto!!!

      Elimina
  2. Ma che bella ricetta , Maddalena...ma quante ne sai? Sarà buonissima, da provare!!!Ciao, buon pomeriggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma è una ricetta piuttosto celebre, io mi sono limitata a riportarla!! Ciao, buona serata!!!! ;))

      Elimina
  3. Avevo provato una versione simile ma con la farina al posto della fecola e mi era moro piaciuta:) mi segno questa tua versione!!! Un bacione e buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che farina/fecola a parte è un modo rapido per fare le marmellate? Cioè partire dallo sciroppo. Si dimezzano i tempi. Io non lo sapevo, l'ho scoperto solo di recente!! Ciao Simo, a presto!!

      Elimina
  4. Questa la faccio testare subito ai bimbi (il piccolo adora il limone,ma di arance non ne vuole sentir parlare).Grazie ancora per condividere con noi così tutte queste delizie!
    Nel frattempo ho più o meno tradotto in numeri la ricette delle polpette ECO di mia nonna (purtroppo con l'abitudine vado molto ad occhio) che mi piacerebbe condividere.
    Scusa non sono molto esperta, la posso mettere qui o la devo inviare in modo diverso?Ciao e grazie ancora, Jo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!! Spero piaccia al tuo bimbo, anche perché è una merenda molto sana con il pane. Comunque con un pelo in più di zucchero, penso venga benissimo anche con il limone!
      Non preoccuparti, metti pure qui la ricetta, così la possono vedere tutti, e magari farle anche prima di me, che sono sempre con pile di fogli sparsi arretrati da testare! Grazie, mi fa un sacco piacere che tu voglia condividerla, specie se perché è una preparazione di famiglia, e sono certa ci sarai affezionata!

      Elimina
    2. Ciao!Vero ci sono molto affezionata, propio per questo mi fa piacere condividerla e sono certa che anche mia nonna avrebbe approvato :))

      COSTO : circa 3/4 Euriii per 30 polpettine.

      Le polpette rimangono morbidissime e il trucco è nella radice povera della ricetta : con circa 300gr.di macinato ci vengono circa 30 polpette!In 4 ci facciamo 1 pasto e mezzo (ma noi siamo abbastanza voraci).Senza contare che con la deliziosa cremina che si crea si intinge tanto pane e diventano un piatto unico!


      Ingredienti :
      300gr.macinato
      3 uova
      250 gr.di pane (o 10 fette di pane in cassetta)
      farina
      1 bicchiere di vino
      succo di 1 limone grande o 2 limoni piccoli
      1 dado

      Mettete a mollo 200gr.di pane e briciolatene 50gr.di quello asciutto (meglio se mollica).
      Sbattete 2 o 3 uova con sale (se c'è anche del parmigiano o altro formaggio grattugiato)e se piace anche un po' d'aglio spremuto.
      Incorporate i 300gr.di macinato
      strizzate bene il pane bagnato e incorporatelo (io che vado sempre di corsa lavoro l'impasto con le mani.Ora sarà piuttosto appiccicoso e aggiungiamo quello asciutto sbriciolato per dargli una consistenza "gestibile".
      Infarinate generosamente con la farina (l'eccesso servirà ad addensare la cremina che formano alla fine)e rosolate in EVO.
      Versate il succo di limone,il bicchiere di vino bianco,il dado e aggiungete acqua calda fino a coprire le polpette.
      Quando il sughetto si sarà addensato avrette delle polpette morbidissime e vi servirà tanto pane x intingere!
      Buon appetito a tutte.
      Jo

      Elimina
    3. Grazie mille per la ricetta, in settimanale provo di sicuro, anche perché le hai descritte così bene che mi è venuta un'acquolina! Ciao Jo, e grazie ancora!!

      Elimina
  5. Ciao madda! questa crema l'ho conosciuta l'anno scorso e me ne sono subito innamorata, la usavo come ripieno di una torta semplice, semplice, è stata un successo!
    sono sicura sia buona anche con il limone e il melograno.
    ciao bea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bea! Pensa che c'è stato un periodo in cui la facevo spesso e poi me la sono dimenticata in pieno, del tipo che quando l'ho letta mi ricordava qualcosa, ma vagamente. Povera me, la vecchiaia incipiente.
      Buona giornata!
      P.s. Col melograno? Ma dai? Mi ispira tantissimo, grazie!!!

      Elimina
  6. Sei una grande, non aggiungo altro!!!! Questa è una genialata... corro a farla!!!
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma io l'ho solo trascritta eappena appena modificata. genio chi l'ha inventata!! ;)))

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!