mercoledì 27 marzo 2013

Crema di scarti di carciofo (e qualche idea per usarla)



Ricordate il purè realizzato con i baccelli di pisello (tra i contorni ma non riesco a linkarlo!) e la vellutata di gambi di carciofo? Questo è un altro fantastico modo per recuperare tutti gli scarti della lavorazione, in questo caso, ancora dei carciofi. Dico subito che per un buon quantitativo di crema (circa un bicchiere) servono 4-5 grossi carciofi, ma a seconda dell'uso che pensate di farne, e ovviamente di quanta se ne ha a disposizione gli impieghi sono infiniti. Io la faccio stringere un pochino sul fuoco, unendo grana, ricotta, prosciutto cotto tritato e sale per una crema spalmabile ottima sui crostini di pane. Oppure in aggiunta al riso tostato con la cipolla in pentola per uno squisito risotto. O (quando ne ho parecchia) a patate e cipolle già cotte in pentola con un po' d'olio evo e acqua per una facile minestra, oppure a della besciamella per delle lasagne al forno molto economiche. Ma si può fare anche un pesto per condire la pasta con aglio, mandorle e grana.... Insomma, chi più ne ha più ne metta. Ah! Cosa importantissima! Si può surgelare in modo da averne parecchia da parte al momento opportuno per la ricetta scelta! Servono:
  • scarti di carciofo (foglie esterne e gambi, meglio se solo il cuore)
  • acqua 
  • sale (facoltativo)
Basta semplicemente far bollire le parti di scarto in pentola finché non saranno tenerissime, scolandole bene e passandole poi al passaverdura scegliendo i fori medi, non i più piccoli (per evitare che passino anche le fastidiose parti fibrose, e contemporaneamente che non filtri solo acqua). A questo punto la salsa sarà un po' liquida, se vi serve più densa per una ricetta, potete farla stringere sul fuoco in un pentolino, aggiungendo se è tanta un poco di farina o maizena, per accelerare il processo. Se occorre si aggiusta di sale, ma questo poi ovviamente in base all'uso preferito. Già fatto!

13 commenti:

  1. Oh, ma che genialata , Maddalena, prendo nota! Buona settimana Santa, ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi, hi, hi, sono proprio una genovesaccia!!! Grazie e buona settimana Santa anche a te! A presto!!

      Elimina
  2. Grazie per la fantastica idea!!!! adoro i carciofi:)
    Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati! Grazie a te per le tue ricette, sempre una più bella e originale dell'altra!! A presto Simo!!

      Elimina
  3. E' un'ottima idea, ma i gambi non rilasciano l'amaro? Io li cucino con i carciofi ma solo la parte centrale non amara e ne resta davvero poca...grazie!
    Ti auguro una buona Pasqua!!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai pazienza puoi usare solo il cuore del gambo, e di certo è meglio, ma se unisci la crema ad altri ingredienti come grana, ricotta ecc, si sente molto poco l'amaro, ma in effetti sarebbe meglio come dici tu! Buonissima Pasqua, e ancora complimenti per i tuoi meravigliosi fiori!!! A presto!

      Elimina
  4. questa poi!!! mi ci metto subito!!! un bacio Rita

    RispondiElimina
  5. Che bella idea, già ho fatto la tua vellutata ed era buonissima, e poiché qui mangiamo solo i cuori dei carciofi, mi dispiaceva sempre buttare tutte quelle foglie, ora so cosa farne, grazie!! BUONA PASQUA!!! Gabri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me spiaceva, specie perché in casa mia si fanno pure i carciofini sott'olio, quindi immaginati la quantità di scarto... Tantissimi auguri Gabriella: che sia una Pasqua serena con tuo marito e tutte le persone a te care. A presto!!

      Elimina
  6. Che bella idea, io non acquisto mai i carciofi proprio perchè a vedere tutto quello spreco mi piange il cuore, quindi ben venga questa soluzione! Sei una grande!!!
    Ciao,
    Tatiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contentissima che ti piaccia!!! ;)))

      Elimina
  7. Ottima idea grazie per i consigli :-)

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!