martedì 28 maggio 2013

Focaccia antica con ciliegie e pasta madre


L'origine di questo dolce si perde nella notte dei tempi. Fatto a seconda del periodo con la frutta di stagione, si trova in tantissimi ricettari e quaderni domestici di ricette: un po' perché è semplicissimo da realizzare, un po' perché  gli ingredienti sono pochissimi e quindi il costo è molto abbordabile e un po'... Perché è genuinamente buono pur senza latte, burro e uova!
Il giardino dei suoceri ha prodotto una gran quantità di ciliegie quest'anno, ma con tutta questa pioggia i frutti marciscono in fretta, di qui l'esigenza di "farli andare". vi propongo questa versione, che in autunno si può fare con l'uva, ma va bene tutta la frutta soda e poco acquosa come albicocche, pesche noce e quello che più vi ispira! Tra parentesi le dosi con il lievito di birra.

Per una teglia di cm 34x24 servono:
  • 280 gr di farina (400 gr)
  • 120 gr di pasta madre (1/2 cubetto di lievito)
  • 150 gr circa di zucchero
  • 120 gr di acqua (forse un goccino di più con il lievito di birra)
  • 30 gr di olio di semi
  • 450-500 gr di ciliegie ancora da denocciolare
  • poco olio e.v.o
In una ciotola si uniscono pasta madre, farina, 50 grammi di zucchero e l'acqua, aggiungendo solo all'ultimo l'olio per non ostacolare la formazione della maglia glutinica. Quando dopo aver impastato il risultato sarà una palla bella liscia e consistente se ne prendono 2/3, ossia saranno circa 400 grammi e si lavorano con il mattarello su un foglio di carta forno leggermente unto. Si dispone poi questa base nella teglia e si lascia lievitare coperta con della pellicola trasparente finché non risulterà un po' gonfia (la mia ha impiegato 8 ore). Contemporaneamente si stende la pasta rimasta delle stesse dimensioni della teglia su un altro foglio di carta forno e si lascia lievitare anch'essa per il tempo uguale alla prima parte, magari sulla placca del forno, sempre coperta da pellicola. 

A lievitazione ultimata si preriscalda il forno a 180 gradi, disponendo un primo generoso strato di ciliegie denocciolate sulla base, si spolverizzano con 4 cucchiai di zucchero e un giro di olio evo.






Poi si adagia il secondo strato di pasta e ancora ciliegie, altri 4 cucchiai circa di zucchero e ancora un filo d'olio d'oliva.






Si sigillano bene i bordi, premendo con le dita e subito in forno per circa 30 minuti. 






 Negli ultimi 5 io ho fatto asciugare un po' la superficie con la funzione "ventilato", ottenendo una crosticina ancora più deliziosa.






Si serve fredda, o appena appena tiepida ed è di certo una merenda super-sana per i bimbi!

10 commenti:

  1. hum, interessante....ma la frutta che sto provando, per quanto bio, non è proprio un granché

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molta frutta del piccolo orto dei miei suoceri quest'anno è veramente messa a dura prova, poco sole, tanta acque e quindi poco sapore.. vabbè ci inventeremo altre ricette pre renderla un po' più gustosa! Già questa, ti dirò, non mi è dispiaciuta affatto!! Ciao Daniela!!!

      Elimina
  2. Squisita, amo moltissimo le ciliegie e le metterei ovunque! Ottima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che è buonissima anche qualche giorno dopo riscaldata?? Ciao!

      Elimina
  3. Dev'essere deliziosa! Le ciliegie da noi purtroppo non ci sono quest'anno (orrenda primavera!!), ma proverò la tua ricetta in autunno con l'uva:) Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Helga, da noi saranno anche venute ma si sono spaccate tutte e appena colte vanno consumate perché marciscono in un attimo. diciamo che con questa ricettina gli abbiamo dato una fine degna... un abbraccio!!

      Elimina
  4. ohhh che meraviglia! Ora che finalmente mi sono procurata la pasta madre (ero troppo pigra per farmela da sola aspettando tutto quel tempo) non vedo l'ora di farla. Dalle mie parti si fa qualcosa di simile con l'uva ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scoperto che si fa con l'uva e volendo anche con albicocche o altro. Questa è un po' bassina, ma ciascuno la fa come preferisce, tanto viene sempre buonissima!! Ciao, a presto!!

      Elimina
  5. Che bella idea! Ho provato una sola volta a dolcificare con la pasta madre e non mi é riusciuto un granché... La forma dei croissant era perfetta,ma il sapore non ci somigliava molto... Gli unici che mi sono venuti decenti erano quelli che avevo cosparso di zucchero e cannella prima di arrotolarli e mi ricordano un po' i dolci arabi.
    La focaccia con la frutta però mi sembra geniale! Adoro le ciliege ( cerase nel Lazio!), ma le poche che si sono salvate le vendono a peso d'oro!Ci proveró con le albicocche.Grazie per averci ospitato nella tua cucina virtuale!
    Un abbraccio.
    Jo

    RispondiElimina
  6. prova con tutta la frutta che ti ispira va sempre tutto bene! Ciao Jo, un abbraccio!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!