lunedì 11 giugno 2012

Biscotti del Tindari


Ecco la ricetta che mi ha mandato la mia amica dalla Sicilia, dov'era in ferie a casa dei suoi genitori. Sono degli splendidi biscotti senza burro e con olio d'oliva che si preparano tradizionalmente a Messina l' 8 di settembre, quando cioè si festeggia la Madonna nera. Vi lascio la ricetta esattamente come me l'ha mandata, io però ho usato del lievito per dolci in bustine  perché non sapevo dove trovare l'ammoniaca e ho utilizzato lo zucchero di canna (grezzo, non integrale), perché quando è possibile lo preferisco sempre. Ah, le dosi sono veramente abbondanti, quindi regolatevi secondo le vostre necessità.

  • 500 gr di farina  di grano tenero
  • 150 gr di zucchero
  • 3 uova intere
  • 100 gr di olio evo leggero 
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • 10 gr di ammoniaca per dolci sciolta in 2 cucchiai di latte appena tiepido (o 10 gr di lievito per dolci in bustine)
In una ciotola si mescolano due uova intere con un tuorlo e lo zucchero, si aggiungono la farina setacciata (poca alla volta), l'olio, la buccia del limone il sale e l'ammoniaca sciolta nel latte. Impastiamo bene unendo un goccio di latte se il composto risultasse troppo duro. Spianiamo poi con il matterello dando ai biscotti la forma desiderata. Io li ho fatti molto sottili, dato che con il lievito crescono in cottura. Li disponiamo su una teglia con carta da forno, spennelliamo con l'albume rimasto sbattuto e li spolverizziamo con dello zucchero semolato. In forno a 180 gradi per 10-12 minuti.

Vi lascio anche una variante, sempre della mia amica, ma io mi sono trovata tanto bene con la prima ricetta che questa non l'ho provata (mi sembrava più laboriosa).

Se si vuole l'impasto più morbido basta aggiungere nello sciogliere l'ammoniaca per dolci 125 di latte(fare un grosso bigolo  non le forme e tagliarlo con un coltello infarinato). Importante trucco per lavorare questo impasto è avere un tagliere ben infarinato perché  il composto risulterà difficile da lavorare in quanto molto appiccicoso.

Grazie E.!!!

4 commenti:

  1. Che meraviglia, adoro le cose senza burro!!! Una domanda: l'ammoniaca per dolci dove la trovi?

    RispondiElimina
  2. Ecco appunto non ne ho idea. Devo sentire la mia amica, ma nel frattempo ho usato il lievito. Ho provato nei negozi dei dintorni ma niente...

    RispondiElimina
  3. Anch'io cerco di fare dolci senza burro e ho provato a fare dei biscotti, ma mi sono venuti durissimi anche se buoni!! Ci riproverò con le tue ricette. Grazie Gabriella
    P.S. L'ammoniaca per dolci la usano nel sud, io la prima volta che l'ho sentita nominare mi son sentita male... conoscevo solo l'ALTRA ammoniaca !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabriella!! Alla fine poi l'ho trovata semplicemente al supermercato, anche se non l'ho ancora usata. Spero che vengano bene i biscotti, qui ci piacciono un po' tutti, ma quando si parla di dolci perdiamo parecchia obiettività: siamo dei gran golosi! A presto!! ;)))

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!