mercoledì 22 agosto 2012

Pastin bellunese


Come definire il Pastin? Un piccolo hamburger o una polpetta schiacciata. Comunque si tratta di una specialità antica e tradizionale della zona di Belluno, prodotta con erbe aromatiche e spezie che possono variare da zona a zona, e percentuali ben precise di carne, cioé:
  • 40% di carne macinata di manzo
  • 40% di carne macinata di maiale
  • 20% di lardo tritato
  • sale q.b., erbe aromatiche e spezie a piacere
Si fa semplicemente un impasto con tutti gli ingredienti, si formano dei piccoli hamburgers tra le palme delle mani e si cuociono a piacere o sulla griglia o in padella con burro (secondo la tradizione) o del buon olio extravergine. In inverno  si servono accompagnati da polenta.


Per tre pezzi ho usato circa 250 grammi complessivi di impasto, forse un poco di più.

Tra gli aromi utilizzati ci sono chiodi di garofano, aglio, cannella.... Anche vino bianco. Io ho semplicemente aggiunto del rosmarino fresco tritato fine, passandoli poi in padella con l'olio, circa 6 minuti per lato, ma chiaramente dipende dalla pezzatura. Occhio a non eccedere in sale se il lardo utilizzato è già saporito.

Il Pastin si può mangiare anche dentro il classico panino. Squisito, nella sua semplicità!

4 commenti:

  1. Conosco molto bene, buonissimo!!!
    Baci e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Io invece l'ho imparato da molto poco, ma hai proprio ragione è buonissimo!!! Ciao, buona serata!!!

      Elimina
  2. Mi piace tantissimo l'idea di poter unire tutti gli avanzi di carne di vario tipo per realizzare questa squisitezza, grazie dell'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;) piatti di una volta, sempre i migliori..

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!