lunedì 3 settembre 2012

Sformato rapidissimo di pane secco


Ancora più facile e veloce di preparazioni analoghe qui sul blog. Le dosi? Secondo le proprie necessità. Dico solo che siccome bisogna versare sopra il tortino già composto delle uova sbattute, per non usarne più di un paio, si possono allungare con poco latte. Comunque servono:
  • pane secco tagliato a fette piuttosto sottili
  • brodo q.b.
  • formaggio tipo fontina
  • speck o altro a cubetti o fettine
  • 1 o 2 uova
  • grana q.b.
  • un goccino di latte e olio evo q.b.
Si unge una bella pirofila di olio e nel frattempo si prepara un po' di brodo, che verseremo ancora caldo in un piatto fondo. Ammorbidire bene le fette di pane nel brodo, disponendole nella pirofila foderando bene il fondo, coprire questo strato con fettine sottili di formaggio e speck e fare un secondo strato di pane molle. Ora si versano sopra le uova sbattute con un pizzico di sale e il latte, premendo un poco con le mani, in modo che il pane le assorba bene. Spolverare di grana, infornando a 200 gradi per 20 minuti di cui gli ultimi 5 al grill. Comunque controllate ogni tanto, perché formaggi diversi possono creare una maggiore o minore umidità nel composto facendo variare i tempi di cottura, così come la maggiore o minore umidità del pane. Servire caldo.... Ah che (semplice e squisita) bontà!


Aggiungendo un po' di prezzemolo tritato viene ancora migliore.

P.s. L'ho chiamato sformato per distinguerlo dal tortino di pan secco pubblicato in precedenza. In realtà per sformato si intende qualcosa di messo in forma, o più precisamente in uno stampo a ciambella. Così, per curiosità...

6 commenti:

  1. Dev'essere proprio buono e saporito!!! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona! Sono più che d'accordo con te: buono e saporito sono gli aggettivi che meglio lo descrivono, insieme a facile e a costo bassissimo... Altrettanto validi vero?!! Colgo anche qui l'occasione per farti i complimenti per le tue ricette: molto interessanti e piacevoli da leggere! A presto!

      Elimina
  2. ciao ho mangiato una cosa simile in Sardegna:la zuppa gallurese, era fatta con pane carasau, messe a mò di lasagna inframezzate con sugo di pomodoro tanto pecorino e pepe. Chiesi come si faceva al titolare dell'agriturismo mi rispose che si cucinava irrorando con brodo,penso cottura in forno, più di 2 ore !!!!!
    Grazie le tue ricete sono sempre stupende
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! conosco la zuppa gallurese(anche se nella versione che mi hanno insegnato forse non c'era il pomodoro...Non ricordo bene ci devo guardare) e mi hai letta nel pensiero perché pensavo di postarla più avanti, quando fa un po' freddino. Grazie per avermela ricordata e per essere sempre così propositiva! Mi dai sempre tanti spunti, che sono certa gradiranno anche tutti coloro che passano qui dai commenti. A presto!!

      Elimina
  3. Urca, pare proprio buona!!!! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  4. Bruttino ma ottimo, confermo! Il mio severo giudice lo ha preferito bello croccante e se lo è spazzolato! E se piace a lui... Ciao, buona giornata!!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!