lunedì 15 ottobre 2012

Pinza di mele e pane secco

 
Altra ricetta trentina di quelle povere povere. Una specie di torta di mele assolutamente non convenzionale. Servono:
  • 200 gr di pane secco
  • 1/2 litro di latte
  • 2 mele
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di farina
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 pizzico di cannella se piace
  • burro per la teglia
In una ciotola si ammolla il pane nel latte. Quando è completamente sfatto si aggiungono tutti gli ingredienti con 2 dei tre cucchiai di zucchero. Si versa il composto in uno stampo per un'altezza di un paio di centimetri. Si aggiungono ora le mele a fettine, facendole penetrare anche all'interno e si completa spolverizzando con l'ultimo cucchiaio di zucchero. Va in forno a 180 gradi per 15-20 minuti, ma controllatelo, perchè dipende molto da quanto latte assorbe il pane e dall'umidità delle mele.
 
La ricetta originale non prevede zucchero all'interno. Io di solito utilizzo la cartaforno, ma quel poco di burro previsto dalla ricetta ci sta proprio bene, anzi, se volete renderla più buona, mettetene qualche fiocchetto sulla superficie prima di infornare.

9 commenti:

  1. Maddalena, che ricordi che svegli in me con questa ricetta! Quando ero bambina mia nonna (austriaca) faceva spesso "Arme Ritter" (letteralmente: cavallieri poveri) Oltre agli ingredienti della tua ricetta lei ci metteva anche l'uva passa. Che buono!!! Devo assolutamente farlo prossimamente:) Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Helga, lo sapevo che eri una miniera di scoperte. Ora vado a cercare la tua ricetta in rete, per vedere bene come si realizza. Riesci a stuzzicarmi sia l'appetito sia la mia infinita curiosità gastronomica! Grazie!! Ciao, buona giornata!!

      Elimina
    2. Eheh, sei tu la "miniera di scoperte", io aggiungo solo alcune ricette di famiglia:) Comunque, "Arme Ritter" si può fare con e senza mela, con e senza uvetta. Gli ingredienti base sono sempre pane vecchio, uova e zucchero (proprio il mangiare dei "poveri") Ciao, buona giornata anche a te!!

      Elimina
    3. Helga ma che ricettina! Sono andata a sbirciare sulla rete, ma che cosa fantastica!! GRAZIE!!

      Elimina
  2. Voi due siete fantastiche....

    RispondiElimina
  3. Era una vita che cercavo la ricetta giusta....questa pinza de pomi e pan me la faceva spesso la mia nonna. Ho provato tantissime volte a farla, ma non mi è mai venuta buona come la faceva lei.....ora provo a farla così poi vi faccio sapere. un bacio e grazie.

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!