venerdì 9 novembre 2012

4 chiacchiere

Insomma, in questi mesi stiamo cercando di risparmiare un po' di soldi sulla spesa e sulle bollette, tentando di cucinare piatti gustosi per mantenere alto lo spirito e allegra la tavola; ovviamente senza sprecare nulla, senza diventare matti davanti ai fornelli, ma soprattutto mantenendo una dignità anche gastronomica in momenti difficili. In fondo è quello che si è sempre fatto, pensavo al Trentino, dove a parte lo speck non c'è una tradizione "prosciuttifera", perchè anche mettere a stagionare un pezzo di carne piuttosto che lavorarlo e mangiarlo subito era un lusso, che non potevano permettersi in terre tanto aspre.
Beh, sono cambiati i tempi, ma gira e rigira siamo tutti qui a barcamenarci con i conti da far quadrare, l'ingegno da aguzzare e possibilmente "copiare" i nostri predecessori. In questi giorni rileggevo un po' delle ricette sul blog, giusto per rendermi conto che sono già più di 360 (!), e io che ne volevo fare 365 in un anno...
Sono particolarmente legata a piatti del territorio come la Fràndura, la Stroscia, Testaroli e Panigacci, ma mi sorprendo sempre davanti a una ricetta come la "Minestra primaverile toscana", e tutti quei dolci "senza": chi non ha le uova, chi manca di farina, chi non contiene burro.... Che dire poi delle pinze trentine, del pan perduto, delle frittate di pane secco? Semplicemente geniali!
Quindi tante parole per dire che scoraggiarsi è umano, andare avanti spesso difficile, gli inciampi ci sono, ma mantenere il buon umore in cucina non è solo doveroso, ma assolutamente consigliabile!!
 
Vi lascio con una poesia carinissima di Ulrich von Hutten (1488-1523):
 
Qui bene bibit bene dormit
qui bene dormit non peccat
qui non peccat venit in coelum
ergo qui bene bibit venit in coelum
 
(Chi beve bene dorme bene, chi dorme bene non commette peccato, chi non commette peccato va in cielo, quindi chi beve bene va in cielo)
 
Buona giornata a tutti!!!

18 commenti:

  1. Io bevo bene (il vino che fa mio marito:), ma non sono mica sicura di voler andare in cielo. Lì cosa si beve e cosa si mangia secondo te? Ci saranno i crauti e la buona weissbier?????
    ^___^

    RispondiElimina
  2. Non ci avevo mai pensato... Nel dubbio meglio fare "il pieno" quaggiù, giusto per essere sicuri di non restare delusi!!! Buona giornata Helga!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Maddalena, e complimenti per queste interessantissime, utili ricette. Anche se è da un po' che non commento, ogni tanto passo a leggerti.
    Wow, oltre 360! Mitica! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, che carina! Grazie!! Mi fa piacere sapere che passi di qui, sei sempre stata presente, praticamente dall'inzio... Che bello!!

      Elimina
  4. Beh..in cielo speriamo sì di andarci ma..il più tardi possibile!
    Ho provato a far cuocere l'impasto di lievito madre sulla piastra però non ho fatto i grissini, ma delle specie di "focacce" o similpiadine...buonissime! Il giorno dopo erano diventate un po' molli: le ho rimesse a seccare sulla piastra ed erano ancora migliori..hanno avuto un successone (dai mamma falle ancora! ) Buon w. end, ciao!!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ah, davvero: meglio molto, molto tardi!! Carmen grazie, perché anch'io le riscaldo esattamente come dici tu il giorno dopo, ma mi ero dimenticata di suggerirlo nella ricetta! Così ci hai pensato tu! Fantastico! Che dirti?! Sono felicissima che siano piaciute anche sulla griglia, così si accende un po' meno il forno... Tutto fa! Buon sabato a tutta la tua famiglia!!

      Elimina
  5. Maddalena le tue ricette sono sempre una piacevole scoperta!!! Complimenti per tutto!!! Un bacione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dire: "complimenti a te per i tuoi capolavori" è troppo scontato? Pazienza! E' esattamente quello che penso! Non ti nascondo che quando metto le mie foto penso sempre alle tue e un po' mi viene da ridere dei miei sgorbi. Comunque confido sempre nella clemenza dei giudici!!! Ciao Simo, a presto!!

      Elimina
  6. Il tuo blog è il mio punto fermo virtuale e sono felice di averti conosciuta, continua sempre cosi se puoi e grazie di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bea! Troppo gentile come sempre. Ma sai che con il tuo blog ho una sorta di affinità elettiva? Come andare a casa di qualcuno e sentirsi a proprio agio come nella propria. Ecco, gironzolare per i tuoi post mi da sempre sensazioni di serenità, freschezza e allegria: ci sto proprio comoda, comoda! Bravissima!!!

      Elimina
    2. Grazie, e'molto bello quello che mi hai detto :)))
      Buona serata!

      Elimina
    3. Buona serata anche a te!! ;)

      Elimina
  7. Mi èiace ciò che hai scritto!
    Peccato che io sia una di quelle persone che non ama cucinare e invece sarebbe una cosa positiva in tutti i sensi (preferisco pulire che cucinare ahimè).
    Bene, ti auguro un buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giglio! Sono certa che anche una casa in ordine e pulita sia uno splendido modo per gratificare se stessi e la propria famiglia (visto tutto il lavoro che comporta poi...). Anzi se ti avanzasse un po' di tempo...Io ne ho una piccina piccina che vorrebbe tanto una padrona più costante nelle faccende domestiche... Ti penso spesso, augurandomi che le cose si sistemino il prima possibile. Continuo a pensare che tu sia un esempio di forza da ammirare e rispettare sempre! Un sereno e buon we a te e a tutti i tuoi cari!!!

      Elimina
  8. Tu nemmeno lo sai quante idee geniali mi hai dato in questi mesi e quanto hai migliorato il mio tenore di vita: è un brutto momento e fatico ad arrivare a fine mese... per me il tuo blog e il tuo modo bellissimo di essere sono stati una manna! Lo dico senza vergogna alcuna perchè lavoriamo in due, ma qualche grosso problema può capitare, però se sulla propria strada si incontra una persona come te si torna a sorridere!
    Grazie Maddalena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina, ma tu mi attribuisci meriti che non ho. Sicuramente è il tuo carattere che ti/vi fa procedere a vele spiegate come simboleggia la foto della tua nuova fatica. Mi fa piacere però che in questo momento per nulla roseo (e credimi, ti capisco bene) ci teniamo un po' di compagnia di fronte a una bella mangiata, anche se virtuale. E poi se si riesce a condire il tutto con un po' speranzoso buon umore ben venga. Due risate sono sempre un ottimo antidoto!!! Ciao, mi raccomando, conto su di te eh?!

      Elimina
  9. Non possono mancare qui i miei complimenti .La tua curiosità nel riscoprire , la tua creatività nel fare e la tua modestia fanno di questo blog un piacevole spunto , un momento di confronto che noi apprezziamo , continua così .Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Felice, sei sempre troppo gentile, non so come ringraziarti e di certo non merito tutti questi complimenti. Però, ecco... dato che ormai li hai scritti... Me li prendo lo stesso volentieri! Hi, hi, hi! ;)

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!