domenica 2 marzo 2014

Focaccia integrale di recupero



Qui le focacce sono sempre presenti, soprattutto quelle fatte con farina integrale. Quando manca il tempo di fare il pane e il rinfresco cresce, cresce, ecco una facile soluzione per smaltirne un po', gratificando il palato. Per una teglia rotonda di  27 cm di diametro servono:

  • 200 gr di pasta madre (avevo rinfrescato la mia già da qualche giorno)
  • 200 gr di farina integrale bio
  • 200 gr circa di acqua
  • 12 gr di sale
  • 1 cucchiaio di olio evo più un pochino per la teglia
Si uniscono in una ciotola dapprima farina e  pasta madre e sale, aggiungendo subito l'acqua: 150 grammi almeno, ma sicuramente bisognerà aggiungerne ancora un po' per vedere formarsi un impasto della giusta consistenza. Solo quando comincia a prendere consistenza la massa si uniscono i tre cucchiai di olio: non prima, altrimenti ostacolerà la formazione della maglia glutinica. Si impasta ora dall'esterno verso l'interno, portando cioè sempre verso il centro la pasta, per essere sicuri di darle una buona consistenza. A questo punto si lascia lievitare nella ciotola leggermente unta e coperta con della pellicola trasparente, finché sarà raddoppiata. Ora si stende nella teglia leggermente unta (io uso la carta forno e ungo quest'ultima), allargandola con la punta delle dita bagnate abbondantemente, fino a coprire l'intera superficie e unendo ancora un filino d'olio sulla superficie. Si lascia lievitare così ancora per un po' coperta con altra pellicola, anche qualche ora secondo la temperatura di casa, in modo che appaia un po' più alta e gonfia. Si toglie poi delicatamente la pellicola e in forno a 220 gradi per 20-25 minuti. 
Confesso che c'è un po' troppo sale per essere una ricetta veramente salutare, valutate voi se metterne meno, a noi piace tantissimo così...

6 commenti:

  1. Adoro le focacce.Ma trovo che la farina integrale e bio sia un pò troppo cara per il mio portafoglio... aihmè,ripiego su quella normale.Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. Dalle mie parti però ci sono vari mulini che la vendono a prezzi decisamente più abbordabili, viceversa in effetti il prezzo è tanto alto... Buona domenica Roberta!! ;)

      Elimina
  2. Ops, ti avevo appena scritto e il mio commento è scomparso nel nulla.... allora, ti stavo dicendo che è una focaccia semplice e saporita, peccato che anche qui la farina integrale costo il quadruplo di quella bianca!
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace, ma anche senza farina integrale viene di sicuro buonissima! Ciao Tatiana, ancora auguri!!!

      Elimina
  3. Sai cara Madda,che al discount ho visto che la farina integrale non bio però,costa appena 0,89 cent? Pensavo peggio! Voglio provare,ma come faccio se non ho pasta madre?(non ancora...ma sto valutando) Le dosi senza la PM ma con lievito di birra comune,come sono? Puoi aiutarmi? (anche se non verrà buona come la tua)...Ariciao Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, infatti, verrà più buona di sicuro! Puoi usare 10 gr di lievito di birra, 200 gr di farina integrale e 200 gr di farina bianca, sui 250 gr di acqua (dipende molto da quanta ne assorbe la tua farina), ma meglio metterne poca alla volta. Il risultato deve essere un impasto non duro, anzi, un po' morbido e appiccicosetto: in questo modo la maggior idratazione renderà più croccante la tua focaccia! Ricorda solo che con il lievito di birra il sale va aggiunto una volta che il lievito è protetto dalla farina e non più potenzialmente a contatto con il sale. Fammi sapere!! Ciao Roberta, buona giornata!!

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!