mercoledì 5 marzo 2014

Barbotta (2)



Io conoscevo la Barbotta, come una specie di torta fatta con farina bianca e fiori di zucchini, invece ho scoperto che con lo stesso nome in Lunigiana si chiama un altro splendido piatto che mi ha insegnato mia suocera. 
A Treschietto si fa con la famosa cipolla locale, mentre la nonna di mio marito la preparava con i cipollotti freschi, affettando anche un po' della parte verde, e devo dire che anche così è ottima. Ma se volete provarla subito anche qualunque tipo di cipolla andrà benissimo! Io per esempio ho utilizzato quelle bionde.
E poi che serve? Quasi niente! Per una teglia di cm 32x21 (per una versione bella sottile, circa 1 cm) servono:
  • 150 gr di farina di mais
  • 750 gr di acqua
  • 5 gr di sale grosso
  • 450 gr di cipolle (ancora da pulire)
  • olio evo sale e pepe q.b.
Per prima cosa si porta a bollore l'acqua con il sale grosso, versando poi la farina a pioggia e procedendo come per la normale polenta, fino a metà cottura. Nel frattempo si tagliano finemente le cipolle e si mettono a rosolare (non soffriggere mi raccomando), in un po' d'olio, aggiungendo poi sale e pepe e incoperchiandole a metà cottura, in modo che si ammorbidiscano bene. Quando sono pronte si versano nella polenta ormai giunta a metà cottura e si mescola bene. Si passa poi il tutto nella teglia unta o coperta di carta e si mette in forno a 200 gradi per una mezz'ora abbondante, o comunque finché non sarà bella dorata in superficie e giustamente compatta una volta fredda.


Splendida appena tiepida o fredda, sempre come vi piace di più!

9 commenti:

  1. mmmm...che bella idea per una merenda alternativa! Questo fine settimana la provo, in casa ho già tutto....del resto, basta così poco!

    Ti ho nominata per un premio, guarda qui: http://lechicchedellachecca.blogspot.it/2014/03/liebster-award.html

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! ma che bello il tuo blog, e pensare che non lo conoscevo... Grazie davvero per il premio, appena ho un po' più di tempo rispondo a tutte le domande!!!

      Elimina
  2. Anche questa è semplice e a base di ingredienti poveri, quindi perfetta per i miei gusti: ho copiato già tutto sul telefonino ed è in lista per i prossimi giorni!
    Ciao cara!

    RispondiElimina
  3. Anch'io uso sempre il metodo"cellulare"!La provo di sicuro,perchè mi piacciono gli ingredienti...Gnam!Ciao,Maddalena!.-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicky, dil tuo entusiasmo aiuta di sicuro la mia autostima!! A presto!

      Elimina
  4. oh mamma, sento già il profumo........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta tantissimo, il mio giudice l'avrebbe preferita forse un po' più secchina, sarebbe bastato qualche minuto in più in forno, ma io da gran golosa, curiosa di assaggiarla non ho resistito... Buona giornata Daniela!!

      Elimina
  5. Maddalena, ogni volta che ripasso da te trovo SEMPRE qualche ricetta semplice e speciale insieme!!! Per questo motivo ti ho assegnato un premio e ho dato la possibilità ad altre di conoscerti ... sei un mito!!!
    Buona settimana e un abbraccio forte =)
    Silvia

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi, mi fa piacere!